SRI LANKA

Il triangolo culturale

Sri Lanka è un isola a sud dell'India dalla forma a goccia, e per questo soprannominata 'la lacrima dell'India. Fino al 1972 l'isola era chiamata Ceylon anche se da sempre è conosciuta ai singalesi come Lanka cioè 'isola' a cui venne aggiunto 'Sri' che in singalese significa 'risplendente'.

In una superficie di 66.000 Kmq troviamo ben otto siti Patrimonio UNESCO, un numero incredibile se si pensa alla superficie ridotta di quest'isola: Galle con il forte che domina la città, Kandy ultima città reale che ospita il Tempio del dente di Buddha, Dambulla con i tempi ripestri, Anuradhapura in cui si trova il Sri Maha Bodhi, l'albero più antico al mondo, Sigiriya con il monastero arroccato in una roccia magmatica, Pollonaruwa e gli edifici medievali che testimoniano la ricchezza dell'antica capitale.

È proprio in quest'area che le antiche dinastie singalesi hanno fondato le antiche capitali con l'aiuto di architetti, artigiani e artisti straordinari poi abbandonati e di cui la natura si è riappropriata.

Ultime due meraviglie dell'isola e patrimonio UNESCO sono la Sinharaja Forest Reserve e gli altopiani centrali che comprendono la Sri Pada Peak Wilderness Reserve, l'Horton Plains National Park e la Knuckles Range a testimoniare quanto la natura sia straordinaria in quest'isola che vantà un'enorme varietà di animali: 92 specie di mammiferi, 242 di farfalle, 435 di uccelli, 107 di pesci, 98 di serpenti e altrettanta ricchezza vegetale con foreste pluviali tropicali e le distese delle piantagioni di te nell'entroterra organizzate in terrazzamenti che fanno di quell'area una piccola Inghilterra.

MADAGASCAR

Una piccola Africa in una grande isola

Lo zaino è pronto, il cappello da esploratore è in testa, qualche indumento chiaro (perché si sa, in Africa ci sono le zanzare e i colori chiari non le attirano), e siamo pronti per partire. Dove andiamo? Oggi si parte per il sud del Madagascar, alla scoperta delle spiagge di sabbia bianca, della barriera corallina e dei parchi naturali.

Dall'aeroporto di Toliara è un attimo trovarsi distesi sulla sabbia bianca ad ammirare le acque turchesi del Canale di Mozambico. Nessuno di noi saprebbe se iniziare dalla spiaggia di Salary, Anakao o Morombe... che poi, perché citarne solo tre?
Una barriera corallina lunga 450 chilometri corre lungo le coste di questa sorprendente isola africana, barriera che corre da Andavadoaka a nord fino a Itampolo a sud.

Il fascino di un paese di mare va in parte anche ai suoi abitanti, ai "nomadi del mare", se parliamo dei pescatori Vezo che devono questo soprannome al loro percorrere a bordo delle loro piroghe a vela quadrata, altrimenti dette laka, la barriera corallina alla ricerca di banchi di pesce da cacciare.

Toliara, o Tulear è una città ricca di sguardi e ricordi, passeggiandoci vi capiterà di incontrare
Mahafaly, Masikoro, Vezo e Antandroy, gruppi etnici che colorano la vita e le giornate della costa occidentale del Madagascar.

Probabilmente la popolazione Mahafaly non giunge come un nome nuovo alle vostre orecchie, infatti essi sono famosi per la costruzione di monumenti funerari, ornati dalla rappresentazione di scene di vita quotidiana, a forma quadrangolare e spesso sormontati da totem in legno intagliato, detti aloalo. Il momento della morte, e la sua celebrazione, è un rito di passaggio, una tappa fondamentale nel cammino dell'anima, pertanto un monumento funerario ne deve essere all'altezza. Ecco che si spiga il perché della grande dimensione: una pianta di anche 15 metri quadrati. Ma la bellezza di tali monumenti è anche data dal fatto che la costruzione è collettiva: tutta la comunità ne è coinvolta e le fasi più delicate sono accompagnate da cerimonie sacrificali di zebù, ovviamente il numero degli animali implicati cambia notevolmente in base al grado di importanza della persona.

Nello zaino per un viaggio in Madagascar non può mancare un piccolo libro che ha acceso la mia fantasia sin dalla tenera età. Un libro che mi ha fatto immaginare come potesse essere un parco naturale africano, un parco con questi maestosi alberi chiamati baobab.

"Ogni giorno imparavo qualche cosa sul pianeta, sulla partenza, sul viaggio.
Veniva da sé, per qualche riflessione.
Fu così che al terzo giorno conobbi il dramma dei baobab.
Anche questa volta fu merito della pecora, perché bruscamente il piccolo principe mi interrogò, come preso da un grave dubbio:

"È proprio vero che le pecore mangiano gli arbusti?"
"Si, è vero".
"Ah! Sono contento".

Non capii perché era così importante che le pecore mangiassero gli arbusti.
Ma il piccolo principe continuò:
"Allora mangiano anche i baobab?"
Feci osservare al piccolo principe che i baobab non sono degli arbusti, ma degli alberi grandi come chiese e che se anche non avesse portato con sé una mandria di elefanti, non sarebbe venuto a capo di un solo baobab.

L'idea della mandria di elefanti fece ridere il piccolo principe:
"Bisognerebbe metterli gli uni su gli altri..."

Ma osservò saggiamente:
"I baobab prima di diventar grandi cominciano con l'essere piccoli".
"E esatto! Ma perché vuoi che le tue pecore mangino i piccoli baobab?"
"Bè! Si capisce", mi rispose come se si trattasse di una cosa evidente."

SANTORINI...la romantica

Con i suoi panorami mozzafiato e il tipico bianco e blu delle sue abitazioni, Santorini è senza dubbio la meta ideale per gli innamorati. Non perdere l'emozione di ammirare un tramonto da favola dal castello di Oia o dal faro di Akrotiri. Vista i numerosi siti archelologici dell'isola e concediti una romantica immersione di coppia nell'azzurro delle sue acque.

MYKONOS...l'isola che non dorme mai

Beh, che dire di Mykonos? La cosiddetta "Ibiza di Grecia" è un'isola che non dorme mai, dove gli amanti della festa sfrenata trovano pane per i loro denti. Durante il giorno potrai perderti per le viuzze di Hora, ammirare i caratteristici mulini a vento o goderti le stupende spiagge dell'isola (come Psarou e Kalafatis) per poi vederla trasformarsi al calar della notte.

ZANTE...fotocamera sempre alla mano

Zante può essere tranquillamente definita l'isola degli scorci perfetti. Non potrai smettere di ammirare gli incredibili riflessi dell'acqua delle sue Grotte Blu o la splendida panoramica sull'isola dal castello veneziano di Bochali. Quando poi arriverai alla mitica spiaggia del relitto, rimarrai senza fiato: uno spicchio di sabbia bianca incastonato fra pareti di roccia che aspetta solo di essere immortalato.

CORFU'...il paradiso delle spiagge

Se per te vacanza vuol dire spiaggia e avere sempre il mare a portata di mano, Corfù è decisamente il posto per te. Di spiagge ce ne sono a bizzeffe e davvero per tutti i gusti! Dalla più famosa Paleokastritsa, ideale per gli amanti dello snorkeling, fino alla festaiola Kavos passando per la tranquilla Sidari e Agios Giorgios, il paradiso per chi pratica kitesurf e birdwatching.

RODI...dove si respira la storia

Rodi è forse l'isola dove più di tutte è possibile fare un vero tuffo nel passato. La città medievale di Rodi ti riporterà indietro nel tempo, fra complessi urbani del periodo gotico e influenze ottomane, mentre visitando il suggestivo villaggio di Lindos potrai visitare l'antica acropoli e il tempio dorico di Athena. Voglia di un break fra una visita e l'altra? Beh, anche qui, il mare non è per niente male.

CRETA...l'isola multitasking

Grazie alla sua estensione, ben superiore a quella delle "sorelle", Creta ti permetterà di fare un sacco di attività diverse. Potrai rivivere i fasti della civiltà minoica nei mitici siti di Cnosso e Festo, scoprire i villaggi immersi nel verde dell'entroterra o lasciarti affascinare dalle spiagge "polinesiane" di Balos ed Elafonissi, dove l'acqua è talmente azzurra da confondersi con il cielo.

PAROS...tra spiagge da sogno e borghi suggestivi


Terza per grandezza nell'arcipelago delle Cicladi, Paros è un'isola incantevole dove dedicarsi completamente al relax. Potrai perderti fra le tipiche casette bianche di Parikia, capoluogo e porto dell'isola, oppure goderti il panorama dal castello veneziano di Naroussa, uno dei più bei villaggi delle Cicladi. Da non perdere, il mare cristallino delle spiagge di Livadia e Kolymbithres.

CEFALONIA...cibo, vino e natura incontaminata

Cefalonia è natura mediterranea nella sua massima espressione. Ammira il paesaggio da cartolina della spiaggia di Myrthos e fatti lasciare a bocca aperta da i giochi di luci e colori del lago Melissani, una delle grotte lacustri più pazzesche d'Europa. Non dimenticare poi di assaggiare il robola, il gustosissimo vino locale e di dedicare una visita ai vigneti sparsi per l'isola.

MAURITIUS

L'isola dell'Oceano Indiano è un piccolo paradiso tutto da scoprire, a partire dalle spiagge da sogno fino ai profumi di spezie e vaniglia, scoprendo le tradizioni e la "joie de vivre" mauriziana.
Per trascorrere "la vacanza perfetta" tra relax e divertimento, ecco alcune proposte per visitare l'isola di Mauritius!

Mauritius a tutta adrenalina!
È arrivato il momento di lanciarsi all'avventura nella foresta tropicale: a Mauritius non mancano le proposte per chi ama lo sport e le attività all'aria aperta. Il Casela Nature and Leisure Park propone un'adrenalinica zip line o il ponte tibetano, oppure passeggiate insieme ai leoni, per il divertimento di grandi e piccoli. Il Black River National Parkè ideale per tutti gli sportivi e offre attività dal trekking all'hiking, fino al più adrenalinico canyoning, per tutti i livelli di esperienza.

Tra shopping e relax!
A Mauritius non mancano le occasioni per dedicarsi agli acquisti! Passeggiando per il mercato di Port Louis, dove, oltre alla coloratissima frutta tropicale, si possono trovare spezie, tè, pashmine e foulard di cashmire e molto altro. Nel centro della capitale, al Caudan Waterfront si possono trovare profumerie e negozi, oltre a prodotti caratteristici come i cesti e le borse di vimini intrecciate a mano, o altri manufatti artigianali all'interno del Craft Market.
Quanto al relax... Mauritius è un percorso di bellezza lungo 330 km! Tutta la sua costa è infatti punteggiata da oltre 30 esclusive SPA e centri benessere, inseriti in altrettanti meravigliosi hotel e resort.

Mauritius in famiglia
Mauritius è una destinazione ideale anche per chi desidera trascorrere una vacanza da sogno con la propria famiglia e con bambini. L'isola infatti è completamente sicura, senza jet lag, viste le poche ore di fuso orario e offre strutture e attrazioni pensate per accogliere al meglio anche i piccoli ospiti. Curious Corner of Chamarel è un'attrazione unica a Mauritius dove i ragazzi sono stupiti da impressionanti giochi di specchi e illusioni ottiche, mentre Dodo Quest, a Moka, è una escape room nella quale, seguendo una serie di indizi, i partecipanti hanno 59 minuti per trovare tutti gli oggetti nascosti e risolvere enigmi, impersonando un cacciatore nella foresta o Pierre Poivre, uno dei più importanti personaggi della storia mauriziana, per riuscire alla fine a scappare dalla stanza.

LAMPEDUSA

Le spiagge migliori

SPIAGGIA DEI CONIGLI

Incoronata diverse volte come la spiaggia più bella del mondo e d'Europa, questa perla naturalistica si trova sul versante meridionale dell'isola e fa parte, insieme all'isola dei Conigli, della Riserva Orientata. I suoi fondali sono molto bassi fino a 100 metri dalla riva e l'acqua è magnificamente trasparente! Per raggiungere la spiaggia dei Conigli si deve prendere la strada che dal paesino porta a Cala Ponente, e dopo 6 chilometri lasciare l'auto o il motorino al comodo parcheggio vicino. Si dovrà poi proseguire per un sentiero percorribile a piedi per arrivare al litorale.

SPIAGGIA DELLA GUITGIA

Incastonata nella baia del porto, la spiaggia della Guitgia, in parte libera e in parte attrezzata, è preferita dalle famiglie con bambini e dagli anziani poiché il suo fondale diventa profondo in maniera graduale. Questa spiaggia è caratterizzata da soffice sabbia bianca e da scogli laterali, ed è una delle più famose grazie al suo facile raggiungimento sia con mezzi pubblici che privati.

CALA MADONNA

Tra le spiagge più belle di Lampedusa non possiamo non annoverare Cala Madonna. Nel versante meridionale dell'isola, questa spettacolare caletta è perfetta per chi ama immergersi ed esplorare il fondale ricco di fauna e flora. C'è da dire che è anche adatta a famiglie con bambini per la presenza di un chiosco dove poter noleggiare un lettino o un ombrellone.

CALA CROCE

Cala Croce si trova a poca distanza dal centro abitato di Lampedusa, e a pochi passi dalla spiaggia della Guitgia. Il suo mare è sempre calmo grazie alla fortunata posizione che protegge dai venti. L'insenatura, inoltre, racchiude due spiaggie di finissima sabbia bianca. Questa spiaggia è raggiungibile dalla vicina Guitgia percorrendo la strada che porta a Ponente, proseguendo per un percorso sterrato

CALA GALERA

Cala Galera si presenta come una profonda insenatura naturale con fondale molto basso protetta da due costoni rocciosi. Fa parte della Riserva Naturale di Lampedusa, e se cercate riparo dal sole cocente questo è il posto che far per voi. Le sue acque, inoltre, regalano fantastici scorci su quella che è la vita sommersa di questi luoghi! 

CALA GRECA

Vicina a Cala Creta, questa spiaggia a sud di Lampedusa è caratterizzata da sabbia bianca e piccole scogliere modellate dal vento e dal mare. Un'intima e riservata oasi dove rilassarsi godendo del sole e delle sue acque cristalline! Anch'essa situata a sud dell'isola, è facilmente raggiungibile a piedi.

CALA PULCINO

Cala Pulcino è vicinissima alla spiaggia dei Conigli, ed è una delle spiagge più belle di Lampedusa. Dai fondali trasparenti e sabbia bianchissima e morbida, è una meta imprescindibile per gli amanti di snorkeling e diving. L'impatto visivo per chi la raggiunge via mare è davvero impareggiabile.

SPIAGGIA MARE MORTO

La spiaggia Mare Morto è situata nel versante nord-orientale di Lampedusa, in direzione di Capo Grecale. Chiamata così per via delle sue acque sempre calme, la spiaggia offre mare cristallino che nasconde grotte e anfratti davvero suggestivi, mentre al posto della sabbia troviamo rocce piatte che vanno verso il blu. Per chi vuole raggiungerla con mezzi proprio c'è da sapere che è presente un parcheggio libero nelle vicinanze.

CALA PISANA

Quando sull'isola soffia lo scirocco, è possibile trovare sollievo a Cala Pisana. La spiaggia è adatta per famiglie e bambini; piccola e isola, è situtata ad est a poca distanza dal centro abitato. Un vero e proprio gioiellino! Sul lido, in parte libero e in parte attrezzato, sono presenti un chiosco e un bar.

CALA FRANCESE

Cala Francese è una delle spiagge più romantiche e riservate dell'isola di Lampedusa ed è raggiungibile percorrendo la strada che porta all'aeroporto. Maschera e pinne sono indispensabili poiché il fondale è davvero ricco di flora e fauna!

CALA MALUK

Anche Cala Maluk, come Cala Francese, è raggiungibile prendendo la strada che va all'aeroporto e si presenta come un'insenatura che si apre nella parte orientale dell'isola. Questa spiaggia è poco frequentata nonostante i suoi bellissimi fondali ed è da preferire soprattutto nei giorni di tramontana.

CALA PORTU 'NTONI

La piccola spiaggia di Portu 'Ntoni ricorda molto quella di Cala Croce, con sabbia bianca e fine e chiosco con servizio bar e noleggio ombrelloni e lettini. Ideale per chi è alla ricerca di tranquillità ma anche per famiglie con bambini piccoli.

CALA SPONZE

Cala Sponze è situata proprio alle spalle dell'aeroporto ed è dunque molto facile da raggiungere. L'acqua è splendida, e si tinge di tutte le tonalità di turchese, mentre la spiaggia è piccola e riservata.